How to internet

Tutta colpa degli Smash up degli Smash Mouth

By 21/11/2016 Novembre 14th, 2018 No Comments

Sarà capitato anche a te, in queste settimane, di trovarti in bacheca su Facebook quest’adorabile cicciottello, ripreso dal basso, nella sua stanzetta, che canticchia “All Star” degli Smash Mouth sulla base di QUALSIASI canzone tranne che quella della canzone stessa.
 Il paffuto amico si chiama Jon Sudano e la sua simpatica trovata ha fatto il giro del web in poco tempo, comparendo su qualsiasi blog e con un incremento esponenziale del numero di iscritti sul suo canale YouTube.

In realtà, quello che è forse il tratto più caratteristico dei video di Jon è la sua voglia di mettersi in gioco e non prendersi troppo sul serio, in quanto la pratica dello “Smash up” esisteva già da molto.

Tempo fa, avevamo parlato di sottogeneri musicali con un fare artistico, oggi parleremo di alcune tracce che non hanno proprio niente di artistico, ma fanno molto ridere.

I SoundClown non sono nulla più che l’equivalente acustico degli YTP (YouTube Poop), prendono il loro nome dal social su cui sono più diffusi (SoundCloud) e sono composti da mash-up umoristici di vario tipo.

All Star” infatti era già stata presa di mira diverse volte dai SoundClowners, come nel caso di questo improbabile mash-up con “In the End” dei Linkin Park:

Altro personaggio che ritroviamo spesso è lo pseudo-rapper Childish Gambino, con la sua Bonfire:

Oppure improbabili mash-up di Kesha con i Dragonforce e dei tristi Daft Punk sulle note di Einaudi:

Fino a perdere completamente senso ed arrivare a qualcosa del genere:

Insomma, come dicevo prima, dei veri e propri YTP in versione audio.
Se sei interessato a cercarne altri, ti basterà andare sul sub-reddit dedicato per farti una cultura di queste “perle”. 🐳

Exclamation Triangle Check code